Cereali - farro

Process

Ricette biologiche da prodotti biologici con gusto e semplicità.


FARRO, IL FRUMENTO PIÙ ANTICO


Fin dal Neolitico gli uomini coltivavano il farro che usavano per nutrirsi e da secoli è alla base di molte tipologie di cucine mediterranee.


Le PROPRIETÀ del farro

Introdurre il farro nella propria dieta può rappresentare un'interessante variante per quanto riguarda il consumo di cereali: infatti presenta un importante contenuto proteico e un maggior contenuto di fibre che aiutano a favorire il transito intestinale e a proteggere la salute dell'intestino, contribuendo all'eliminazione delle scorie. Inoltre è un cereale ricco di vitamine e di sali minerali, ma povero di grassi.





I benefici del farro

Il farro è un alimento più digeribile rispetto al grano duro e al grano tenero. Chi soffre di stitichezza può trarre beneficio dalle proprietà lassative di questo antico cereale. Il farro può essere anche utile per proteggere l'apparato digerente da malattie come le gastriti e da disturbi come il ristagno della bile nell'intestino. Inoltre:

  • Contribuisce al benessere del sistema cardiovascolare proteggendo i globuli rossi del sangue, grazie alla sua ricchezza in minerali come ferro e fosforo.
  • Aiuta inoltre ad abbassare i livelli di colesterolo LDL, detto anche colesterolo cattivo, per il suo contenuto di niacina, conosciuta come vitamina PP.
  • Aiuta a mantenere in salute i nostri muscoli ed il sistema nervoso per la sua ricchezza in magnesio, minerale chiave in molte reazioni enzimatiche che avvengono nel nostro organismo.
  • Contiene molte fibre insolubili che sono in grado di abbassare la secrezione di acidi biliari, i principali responsabili della formazione dei calcoli.
  • Ha la proprietà di proteggere dall’insorgenza del cancro al seno e alla prostata grazie al suo contenuto in lignani, fitonutrienti dalle note proprietà antitumorali.




I VALORI NUTRIZIONALI del farro

Valori medi per 100 g di farro

  • Energia: 1401 kJ / 335 kcal
  • Grassi: 2,5 g
  • Carboidrati: 67,1 g
  • Fibre: 6,8 g
  • Proteine: 15 g
  • Sale: 0 g




Come usare in cucina il farro

Stufi di pasta e riso integrale? Il farro è un’ottima variante, si possono cucinare piatti caldi come zuppe e minestre ma anche piatti freddi come un’insalata.
Il farro si accompagna bene alle verdure e può essere usato nelle ricette in sostituzione del riso, per esempio, per preparare farrotti o ricchi ripieni per pomodori, peperoni o altri vegetali.
Infine può essere consumato anche semplicemente bollito e condito con un cucchiaio di olio extravergine di oliva e un pizzico di sale.





Ammollo del farro

Dev'essere tenuto in ammollo per una notte prima della cottura (almeno 8 ore).





Curiosità sul farro

Poco usato in quasi tutta Italia, il farro è però molto diffuso in Toscana, in particolare in Garfagnana dove si utilizza in tante ricette diverse, dall’antipasto al dolce.





Informazioni prezionse sul farro

Attenzione: il farro, proprio come il comune grano tenero, contiene glutine. Non è dunque adatto a chi soffre di celiachia o di intolleranza a questo elemento e deve dunque seguire una dieta senza glutine.





Scopri il nostro farro

Puoi trovare il farro nel nostro SHOP ONLINE in confezioni sottovuoto da 500 g insieme a tutti gli altri cereali di nostra produzione.





Ricette biologiche con il farro